PREV
NEXT

Plauto, un'affinità naturale

Come il commediografo romano da cui prende nome, anche Plauto ricerca nel passato idee per il futuro.
E lo fa mettendo in scena un unico attore, il legno, che in quest'opera ha la possibilità di esprimersi in
tutte le sue forme: piano, curvo, appuntito...

Un'ispirazione lontana ha definito l'approccio della sua creazione: la struttura monolitica.
Dai concetti di mono-blocco e mono-materiale, Plauto ha progressivamente preso forma nelle menti
di Paolo Cappello e Simone Sabatti, fino al risultato che vediamo oggi. Il suo top sagomato sembra fluttuare sulle gambe a foglia, bilanciando così i differenti pesi e le differenti forme che lo compongono.

1/4

I due designer hanno saputo mantenere l'approccio primordiale all'origine del suo progetto, senza tralasciare le necessità attuali. I suoi elementi sono ancora imponenti, e diffonde tuttora un allure monumentale, ma i miglioramenti avvenuti nel processo di creazione hanno permesso di addolcire i profili che lo caratterizzano, aprendosi alla possibilità di differenti finiture. Infatti è ora disponibile in puro legno - Rovere fiammato, noce Canaletto e Frassino nero - o con la finitura del top in marmo e ceramica.

In tal modo, il tavolo Plauto si pone come maestoso e contemporaneo allo stesso tempo: imperdibile
per i wood-lovers, sofisticato per i più estrosi, ma sempre e solo un autentico tributo per noi di Miniforms.

Scopri di più

Plauto